Tech e Web

Twitter “taglia” i caratteri a link e foto

twitter
Federica Frigeri
Scritto da Federica Frigeri

Un’altra rivoluzione per Twitter? Secondo alcuni rumors, il social di Jack Dorsey tra poche settimane rivoluzionerà la sua peculiare caratteristica di 140 caratteri, allungando il limite di spazi.


È una notizia che si bisbiglia da mesi, e che solo oggi sembra avere conferma. Se in passato era stata ipotizzata una “liberalizzazione” totale (che secondo molti avrebbe snaturato Twitter) ora pare che il social non intenda rinnegare del tutto la sua identità. Secondo indiscrezioni, la novità riguarderebbe esclusivamente link e foto, che non verrebbero più conteggiati nelle 140 battute aumentando così lo spazio disponibile per il testo. La soffiata viene dall’agenzia Bloomerg, che ipotizza questa modifica entro due settimane. Per ora i vertici del social non confermano né smentiscono, mentenendo un rigoroso silenzio.

I link, accorciati automaticamente, occupano oggi 23 caratteri, il movimento delle gif ne impiega 24, mentre variabile è lo spazio richiesto dalla fotografie. Un pugno di battute in aggiunta, sulle 140 disponibili, sarebbe un supplemento da non sottovalutare.

Che Twitter stia cercando nuove vie per attrarre utenti è evidente da mesi. Una scelta obbligata, considerato che nell’ultimo trimestre il fatturato dell’azienda, che vale oggi circa 2.2 miliardi di dollari, ha subito una frenata così come il numero degli iscritti.
Tra i cambiamenti avviati, la possibilità di impostare la timeline con tweet in ordine di popolarità o interesse, e non in sequenza cronologica. Una particolarità che, una volta introdotta, è stata accolta senza entusiasmo dagli users.

Un’altra trasformazione è stata avviata, già da alcuni mesi, nei DM – direct messages, messaggi diretti – la chat privata del social. Qui è crollato, e questa volta in modo drastico, il limite dei 140 caratteri: è infatti possibile scrivere fino a 10mila battute, permettendo lunghissime conversazioni “segrete” tra gli utenti.

L’origine del limite dei 140 caratteri fu introdotto da Twitter sin dal 2006, prendendo spunto dalla lunghezza di testo che allora era stata imposta per gli sms. In breve tempo, proprio questo è diventato l’emblema del social. Per il CEO Jack Dorsey, “un bel vincolo che ispira creatività”.

Info Autore

Federica Frigeri

Federica Frigeri

25 anni: uno in Inghilterra, uno in biblioteca, molti a scuola. Laureata in Scienze della Comunicazione, al momento un po’ stagista e un po’ laureanda in Editoria.