news

TV, bestemmia su RaiUno: scuse e una sospensione

Bestemmia in tv
Redazione
Scritto da Redazione

Successo di ascolti ma anche figuracce assortite: Capodanno da dimenticare per RaiUno.

La notte televisiva di Capodanno verrà ricordata, più che per gli ottimi ascolti, per due clamorose figuracce.

La bestemmia in diretta

La più grave: la bestemmia in diretta, incorporata in uno degli sms provenienti dal pubblico e trasmessi in sovrimpressione durante lo spettacolo “L’anno che verrà”.  Oggi la Rai si è sentita in dovere di porgere scuse ufficiali e di puntualizzare, a mezzo comunicato stampa, che “il mancato controllo è frutto di un errore umano: il responsabile è stato immediatamente individuato e sospeso dall’azienda“.

La mezzanotte anticipata

Se la prima polemica televisiva del nuovo anno – con corollario di comunicati incrociati e proteste assortite da parte di associazioni e politici – è giunta puntuale, la fatidica mezzanotte è arrivata addirittura in anticipo: un minuto esatto.

Proprio così: per un errore i telespettatori di RaiUno hanno stappato lo spumante 60 secondi prima del resto d’Italia. Chissà che non fosse il desiderio latente di chiudere il prima possibile una serata cominciata male (con il malore del conduttore Claudio Lippi costretto a farsi ricoverare) e terminata peggio.

Info Autore

Redazione

Redazione