Media e Gossip Musica e Spettacolo

Sanremo 2016: le pagelle finali

66. Festival di Sanremo
Gabriele Sola
Scritto da Gabriele Sola

Ezio Bosso, il compositore malato di SLA che ha commosso l’Italia, passa di diritto alla storia del Festival. La trasfigurazione umana ed artistica vissuta sul palcoscenico ha un valore inestimabile. Voto: 10.

 

È stato il Festival di Carlo Conti. Presente e mai ingombrante, ha confezionato un prodotto di qualità sul doppio versante, televisivo e musicale. E gli ascolti lo hanno giustamente premiato. Voto: 9.

La consacrazione di una strepitosa Virginia Raffaele: a quando uno show tutto suo in prima serata? Peccato solo per la scelta di indossare, l’ultima sera, il proprio volto (gradevolissimo, peraltro) anziché quello di una delle sue numerose vittime. Voto: 9.

Gli Stadio hanno trasformato la serata delle cover nella “Sera dei miracoli”, quella di Lucio Dalla. Un piccolo prodigio d’arte che ha posto le premesse per il trionfo finale. Voto: 8,5.

“A mare si gioca”, il brano ispirato al dramma dei migranti, ci ha offerto un Nino Frassica (ospite nella seconda serata) inedito: poesia, umanità e intensità. Tutti giù per terra. Voto: 8,5.

Elton John, Eros Ramazzotti, Renato Zero, Pooh: dei molti ospiti, i più generosi. Voto: 8.

Voto 7,5 all’atleta centenario Giuseppe Ottaviani e alla giovane paralimpica Nicole Orlandi, campioni di gioia ed energia.

Francesco Gabbani, vincitore delle Nuove proposte dopo aver rischiato l’estromissione per un errore nel conteggio dei voti, è una bella scoperta: originalità, personalità e coraggio. Amen. Voto: 7.

Madalina Ghenea ha portato sul palco dell’Ariston bellezza ed eleganza scusandosi per l’italiano non impeccabile lei, rumena poliglotta, che se l’è cavata molto, molto meglio dell’italianissimo Gabriel Garko. Voto: 7.

Gabriel Garko ha fatto in pieno la sua parte, quella del belloccio intronato. Se l’ha recitata, beh, si è dimostrato un grande attore. Il dubbio però è fondato. Voto: 4.

L’errore di conteggio nei voti della sfida tra Miele e Francesco Gabbani, con la prima inizialmente proclamata vincitrice e poi estromessa dalla gara, è inconcepibile per un evento come il Festival. Al solito, anonimo funzionario pasticcione, questa volta trasformatosi in giustiziere delle speranze di Miele, voto: 2.

Info Autore

Gabriele Sola

Gabriele Sola

Direttore responsabile di Glob.Press, giornalista professionista laureato in Scienze della comunicazione, ha al suo attivo numerose collaborazioni con radio e televisioni nazionali. È anche Ceo di Springly, per cui si occupa di comunicazione ed organizzazione di eventi, e svolge l'attività di coach e formatore in OK Coaching operando negli ambiti business, sport e life. Nato a Vercelli da padre piemontese e madre olandese, vive alle porte di Bergamo con Maristella, Giulia e Marco. Si autodefinisce "goloso di vita".