Lifestyle

Amsterdam, dove tolleranza e divertimento s’incontrano

Amsterdam canali
Paolo Funassi
Scritto da Paolo Funassi

Amsterdam, soprannominata la Venezia del nord, è un parco giochi all’aria aperta nel quale si respirano tolleranza e libertà.

Dall’Italia il mezzo più comodo per raggiungere Amsterdam è l’aereo, considerato che la capitale dei Paesi Bassi dista oltre mille km da Milano. Ci sono voli di linea giornalieri fino all’aeroporto di Schiphol mentre i low cost atterrano a Eindhoven (100 km da Amsterdam). Abbastanza comodi i treni, soprattutto per chi proviene da Berlino e Parigi.

 

La stazione ferroviaria è situata in centro mentre l’aeroporto è raggiungibile con mezzi pubblici (ideale il treno: il costo è di soli 4 euro) e con il taxi in circa venti minuti. L’Olanda adotta l’euro e l’inglese è parlato da tutti.

I costi degli alberghi nella zona centrale sono abbastanza alti ma se non si è disposti a camminare molto e ad usare mezzi pubblici il sacrificio economico sarà ripagato. La città, comunque, è accogliente e pulita anche nelle zone periferiche, collegate con il tram.

La capitale è disposta su anelli concentrici in base ai canali che vi scorrono.

Amsterdam, incantevole di giorno

La modalità migliore per conoscere Amsterdam è a piedi, poiché cosi potrete ammirare gli edifici, i canali e tutti i dettagli che rendono questa città meravigliosa.

Il punto più centrale è Piazza Dam, situata nelle vicinanze della stazione centrale. Sorta prima del quattordicesimo secolo e un tempo piazza del mercato, ospita uno dei monumenti principali, il Palazzo Reale, oltre a edifici d’interesse come il Nationaal Monument, la Nieuwe Kerk e il celebre Museo delle cere.

Una delle esperienze più romantiche consiste nel giro in battello attraverso i numerosi canali, che conferiscono ad Amsterdam il soprannome di Venezia del Nord. Sono cosi incantevoli da essere stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

La capitale olandese è stata nei secoli luogo ideale per artisti e studiosi. Ne sono testimonianza il Museo di Rembrandt ed il Museo Van Gogh. Anche il Rijksmuseum merita una visita: munitevi di tempo, perché è molto grande e ricco di opere.

Toccante e partecipata la visita alla casa di Anna Frank. Per cuori forti: il ricordo tangibile della barbarie nazista accanitasi su una bambina innocente potrebbe emozionarvi fino alle lacrime.

Divertente e inusuale, invece, la Heineken experience: il museo della birra dove vi immergerete nell’atmosfera gioiosa e antica della produzione della bevanda più venduta in Europa. Alla fine del tour vi verrà offerto un buon boccale della deliziosa birra olandese.

Amsterdam è talmente pulita, bella e ordinata che si consiglia di visitare anche le periferie, in cui si possono trovare i graziosi mercatini rionali e le strade nelle quali sono presenti innumerevoli negozi del settore del lusso.

Amsterdam, inebriante di sera

Di sera la città s’illumina. L’atmosfera diventa in alcune zone molto romantica (nei locali lungo i canali, in cui bere qualcosa a lume di candela) ed in altre ricorda un variegato “parco giochi”, con l’enorme afflusso di turisti che crea un ambiente rumoroso ed improntato al divertimento.

Amsterdam notte

Il quartiere a luci rosse è molto frequentato e presenta numerosi coffee shop, in cui bere qualcosa in compagnia. Fumare marijuana in questi locali è formalmente proibito per i non residenti ma siccome non sono previste sanzioni, di fatto è tollerato e piuttosto frequente. La zona comunque è molto sicura, seppur meno ordinata rispetto agi altri quartieri.

La capitale olandese presenta numerosi ristoranti in cui potrete gustare innumerevoli piatti etnici provenienti da qualsiasi parte del mondo. La tolleranza degli olandesi fa sì che nessuno vi giudicherà per il vostro look ed i vostri comportamenti, purché rispettosi degli altri.

Amsterdam, conclusioni

Forse Amsterdam non avrà uno specifico simbolo od un punto di forza ben definito, ma è la bellezza dei suoi edifici e dei canali a renderla unica. L’atmosfera notturna, l’offerta culturale ed architettonica, i numerosi pub e ristoranti rendono Amsterdam una delle capitali europee più affascinanti.

Punti deboli? Il clima, più freddo rispetto all’Italia, la lingua per noi incomprensibile, bar in cui il fumo di marihuana può infastidire molti, il costo dell’alloggio piuttosto elevato. Nel quartiere a luci rosse, l’”esposizione” di donne poco vestite anche durante il giorno potrebbe turbare la sensibilità dei turisti, soprattutto dei più giovani.

Consigliamo la visita in qualsiasi stagione, ma da maggio a settembre e durante le feste natalizie la città si dimostra particolarmente generosa di suggestioni.

Info Autore

Paolo Funassi

Paolo Funassi

Presidente di società pubblica, è ex imprenditore ed ex collaboratore presso il Senato e il Consiglio Regionale della Lombardia. Hobby principale: arbitrare nei campionati di football americano, dopo essere stato per anni arbitro di calcio.