Lifestyle

6 modi per superare il jet lag e godersi la vacanza

jet lag
Federica Frigeri
Scritto da Federica Frigeri

Quanto spesso, dopo un viaggio aereo – soprattutto se lungo – vi siete sentiti assonnati e confusi?

 

Sono i sintomi del jet lag. Con questo termine si definisce una serie di disturbi che accadono quando si attraversano diversi fusi orari, alterando l’orologio biologico e i ritmi sonno-veglia. L’organismo è chiamato a sincronizzare il proprio orologio biologico, e la conseguenza è data da una serie di effetti temporanei: disturbi del sonno, emicrania, stanchezza, fatica.

Per non rovinarvi completamente la vacanza e recuperare al più presto le energie, ecco 6 consigli per superare al meglio il jet lag:

  1. Anticipate o posticipate l’orologio poco prima della partenza, in base al senso del viaggio. Cercate di seguire il fuso orario del Paese di arrivo: abituerete più velocemente il vostro corpo al nuovo ritmo. Ad esempio quando si viaggia da est a ovest, il consiglio è andare a letto più tardi (e svegliarsi più tardi).
  2. Se riuscite dormite in volo, in modo da arrivare riposati.
  3. Uscite all’aria aperta e prendete il sole. L’esposizione al sole velocizza l’acquisizione del nuovo ritmo sonno-veglia, infatti la mancanza di melatonina è una delle cause del jet lag.
  4. Bevete tanti liquidi, soprattutto durante il viaggio. Rimanere idratati è fondamentale, dato che la disidratazione accresce i sintomi.
  5. È importante anche una ricca prima colazione, ottima per recuperare le energie e prepararsi alla giornata, così come è necessario limitare il consumo di alimenti pesanti e caffè.
  6. Evitate di dormire una volta giunti a destinazione. Se indispensabile, riposatevi solo per poco: in questo modo, seguendo il fuso del Paese, arriverete più stanchi la sera e avrete modo di addormentarvi più facilmente, adattandovi al nuovo orario.

Generalmente, se il fuso orario è ridotto, conviene cercare di mantenere il proprio regolandosi con gli orologi ed evitando così di stravolgere i ritmi. Infine, se soffrite molto gli effetti del jet lag, è consigliabile assumere melatonina (ma solo dopo esservi rivolti al vostri medico o al vostro farmacista di fiducia).

Buon viaggio!

Immagine tratta da leoplus

Info Autore

Federica Frigeri

Federica Frigeri

25 anni: uno in Inghilterra, uno in biblioteca, molti a scuola. Laureata in Scienze della Comunicazione, al momento un po’ stagista e un po’ laureanda in Editoria.