Attualità Lifestyle

Ryanair migliora il servizio e abbassa le tariffe

ryanair
Federica Frigeri
Scritto da Federica Frigeri

Si torna a parlare di vacanze! Siamo solo ad aprile ma, dato il bel tempo, la mente è già impostata in modalità aerea :)

 

A proposito di aereo e di compagnie low cost (di cui abbiamo già parlato qui), Ryanair ha appena annunciato i miglioramenti previsti per il terzo anno del programma “Always Getting Better” (AGB).

Dall’inizio del 2016, sono state (e verranno) introdotte alcune novità:

  • Tariffe di volo ancora più basse. Un esempio? Il mio viaggio a Bucarest andata e ritorno, è costato meno di 50 euro.
  • Miglior design all’interno dell’aereo: tralasciando l’annuncio secondo cui i LED saranno di colore meno “giallo” (sic), fondamentale è l’annuncio dell’introduzione di sedili con più spazio per le gambe. Chi è più alto di 1,70 m, ringrazia.
  • Alcuni servizi “extra” presenti nell’App: il cambio del posto, la prenotazione del parcheggio o della navetta di trasferimento, la funzione “Valuta il mio Volo” per informarsi su equipaggio e volo con i pareri dei clienti in tempo reale, e guide sulla destinazione (presenti anche sul sito internet e tramite e-mail).
  • Riduzione a 6 (dalle iniziali 108!) semplici opzioni per la prenotazione del bagaglio.
  • Pagina web destinata ai gruppi, per gestire la propria prenotazione in modo autonomo.
  • Sconti e risparmi su gite scolastiche, eventi e ristoranti.

Il programma di miglioramento ha riscontrato ottimi risultati, dice il capo dell’ufficio marketing di Ryanair, Kenny Jacobs. Vi è stato un aumento nel numero di passeggeri e nei tassi di riempimento. Nei primi due anni, il programma Always Getting Better è stato indirizzato soprattutto al cambiamento di destinazioni, seguendo i consigli ed i gusti dei clienti. Il terzo anno sarà invece più attento alla tecnologia, gestita dal Ryanair Labs.

In attesa di riscontrare le modifiche annunciate, vale la pena controllare i voli sul sito

 

Info Autore

Federica Frigeri

Federica Frigeri

25 anni: uno in Inghilterra, uno in biblioteca, molti a scuola. Laureata in Scienze della Comunicazione, al momento un po’ stagista e un po’ laureanda in Editoria.