Attualità Tech e Web

Acqua sul pianeta Cerere

Cerere
Federica Frigeri
Scritto da Federica Frigeri

Periodo di grandi novità dallo spazio. È stata scoperta, infatti, la presenza di acqua sul pianeta nano Cerere. Anche in questo caso l’Italia riveste un ruolo da protagonista: la scoperta è stata resa possibile  grazie all’utilizzo di VIR, uno spettrometro realizzato nel nostro paese dall’Agenzia spaziale italiana (ASI). La missione Dawn, sviluppata dalla Nasa, ha portato al rinvenimento di acqua all’interno del cratere Oxo.

 

VIR è uno strumento che opera nel raggio del visibile e dell’infrarosso e con le sue rilevazioni fornisce dati importantissimi per lo studio degli oggetti celesti e della creazione del sistema solare.

Non si sa ancora se l’acqua sia allo stato liquido o solido, ma sono state individuate concentrazioni di idrogeno in prossimità dei poli del cratere. Il che significa, essendo l’idrogeno il principale costituente dell’acqua, che in prossimità della superficie del pianeta nano ci sia presenza di ghiaccio o d’acqua.

La missione Dawn è una sonda senza equipaggio lanciata dalla Nasa verso Cerere nel 2007, con lo scopo di analizzare i pianeti nani rimasti intatti, per comprendere i processi di creazione del sistema solare. Il gruppo di ricercatori di questa missione ha diffuso nuove immagini a colori che descrivono la complessa superficie di Cerere, cosparsa di numerosi dei crateri. Uno di questi, Haulani, ha forma irregolare e presenta minerali molto differenti rispetto a quelli ritrovati sul resto della superficie. Così anche Occator, un cratere di 21 chilometri di diametro: mostra strutture complesse che fanno pensare ad una recente attività geologica. Questo fenomeno evidenzia la presenza, sotto la superficie dell’asteroide, di uno strato di materiali misti.

Oxo_craterIl cratere Oxo,
Immagine di INAF

Cerere, scoperto a inizio ’800, è stato considerato per mezzo secolo l’ottavo pianeta, quando Nettuno ancora non era conosciuto. Oggi, forma sferica e diametro di 950 km, è stato declassato a pianeta nano, alla stregua di Plutone.

Info Autore

Federica Frigeri

Federica Frigeri

25 anni: uno in Inghilterra, uno in biblioteca, molti a scuola. Laureata in Scienze della Comunicazione, al momento un po’ stagista e un po’ laureanda in Editoria.