Attualità Lifestyle

7 consigli per mantenere i buoni propositi nel 2016

Obiettivo
Gabriele Sola
Scritto da Gabriele Sola

Quante volte avete iniziato l’anno ripromettendovi di fare quella determinata cosa trascurata per troppo tempo, o di voltare pagina perché “questa è la volta buona”? Nel caso gli esiti non abbiano sempre corrisposto alle vostre ottime intenzioni, ecco 7 suggerimenti per far sì che i buoni propositi del 2016 si realizzino davvero.

1. Distinguete il sogno dall’obiettivo

Immaginate che il vostro sogno sia un grande, colorato, affascinante affresco capace di trasmettervi emozioni potentissime e, al solo osservarlo, donarvi felicità. È talmente immenso da avvolgervi con il suo calore. Tenetevi quelle sensazioni preziose, fatene il carburante della vostra motivazione.

Ora, continuando ad ammirare il sogno nella sua affascinante indefinitezza fino a sentirvi quasi immersi in esso, incastonate al suo interno un’immagine nitida, chiara. Una fotografia precisa dell’obiettivo che potrebbe portarvi, una volta raggiunto, a toccare le emozioni del sogno ancor più da vicino.

Il sogno, che è fonte della vostra motivazione, incornicia l’obiettivo. È però su quest’ultimo che ora, se davvero desiderate passare all’azione, vi dovrete concentrare. Mettetelo a fuoco il più possibile. Pronti?

2. Verificate che sia un “vero” obiettivo

Prima di attivarvi, analizzate le caratteristiche dell’obiettivo che vi sta a cuore. Lo abbiamo detto: dev’essere nitido, specifico. E poi concreto, misurabile, attuabile. Siete certi che sia realistico? Bene. Manca ancora una verifica: è possibile “temporizzarlo” in modo preciso e rigoroso? Se possiede tutte queste caratteristiche, il vostro obiettivo è O.K.

3. Visualizzate il percorso che vi può portare al traguardo

Guardando alla méta finale come lo scalatore guarda alla vetta, costruite nella vostra mente – e se volete, appuntatevi – il percorso “a ritroso” che colleghi il traguardo al vostro punto di partenza. Scomponete il cammino. Poi, una volta stabilito quale sia il primo passo più indicato e coerente con quelli successivi, concentratevi su di esso. È il momento di passare decisamente all’azione!

4. Partite subito, poche storie

Il passo iniziale è un sotto-obiettivo che deve avere le stesse caratteristiche di concretezza, misurabilità, fattibilità e “temporazzibilità” dell’obiettivo finale, che rappresenta il vostro faro. Stabilite senza indugio le azioni da compiere immediatamente: oggi stesso. Evitate scuse e giustificazioni. Siate determinati, netti, sicuri e spediti: poggiate saldamente i piedi nel qui ed ora. Decidete con precisione entro quando il primo sotto-traguardo dovrà essere tagliato, e mantenete il passo.

5. Traete nuova energia dal primo successo raggiunto

Il sotto-obiettivo è stato raggiunto ed avete dimostrato a voi stessi di potercela fare. Siete tosti ed efficaci: date ora uno sguardo ai colori meravigliosi del vostro sogno ed all’obiettivo finale che si staglia nitido davanti a voi. È più vicino, davvero alla vostra portata: mettete subito nel mirino un nuovo sotto-target, stabilite anche in questo caso un piano di azione basato su concretezza e rispetto dei tempi… e ripartite!

6. Usate i vostri punti di forza

Le incognite sono dietro l’angolo, e in alcuni casi sarete voi stessi (la parte di voi che ama giudicare, brontolare e che sguazza nel pessimismo) a frenare il cammino. Superate le difficoltà facendo appello ai vostri principali punti di forza, alle vostre maggiori potenzialità. Se lo farete, scoprirete che il viaggio verso l’obiettivo incastonato nel sogno può rafforzarvi e regalarvi momenti di autentica felicità.

7. Cercate alleati e usate la creatività

Date continuità al vostro agire riproducendo questo circolo virtuoso nell’ottenimento dei sotto-obiettivi sino a quando avrete raggiunto l’obiettivo finale. Usate la bacchetta magica della creatività. Cercate, se potessero servire, compagni di viaggio e alleati che vi accompagnino lungo parte del cammino aiutandovi a schivare le insidie. Procedete, celebrando i successi intermedi e… non mollate mai, sino a quando avrete colto il successo definitivo e trasformato il sogno, quel’affresco colorato e luminoso, nel vostro reale scenario di vita.

Ecco, ora non resta che passare davvero all’azione: i vostri buoni propositi vi attendono. Buon 2016!

Info Autore

Gabriele Sola

Gabriele Sola

Direttore responsabile di Glob.Press, giornalista professionista laureato in Scienze della comunicazione, ha al suo attivo numerose collaborazioni con radio e televisioni nazionali. È anche Ceo di Springly, per cui si occupa di comunicazione ed organizzazione di eventi, e svolge l'attività di coach e formatore in OK Coaching operando negli ambiti business, sport e life. Nato a Vercelli da padre piemontese e madre olandese, vive alle porte di Bergamo con Maristella, Giulia e Marco. Si autodefinisce "goloso di vita".